Le apps per iPhone che ho provato

L’ho postato su un paio di newsgroup, e a questo punto lo riciclo anche per qua 🙂

A breve sto maturando un post sull’iphone, il mondo, la vita, il software e tutto il resto.

Stay tuned 🙂

 

AIM: molto carino come interfaccia, peccato che abbia solo il protocollo AIM e non Jabber (gTalk) e Msn. E’ installato ma penso che lo sostituirò completamente con Palringo (ne parlo dopo). Voto: 8

 

Enigmo: il gioco l’ho pagato e quindi mo’ lo tengo 😀 Apparte gli scherzi, è il gioco delle gocce che cadono che fecero vedere al Keynote. Un bel gioco di logica, ci sbatti la testa e a fare un livello ci metto anche una settimana (non gioco mica tutti i giorni e comunque non più di un dieci minuti quando capita), ma io sono uno che generalmente si stanca dei giochi difficili e questo non mi ha stancato ancora. Voto: 8

 

Facebook: l’app per il social network è fatta davvero molto bene, nulla da dire, qualcosa da migliorare volendo c’è, ma niente di fondamentale. Voto: 9

 

Guitar Toolkit: questo l’ho comprato ieri sera prima di andare in sala prove dopo 10 anni. Un ottimo accordatore, funziona davvero bene, metronomo e promemoria per accordi che magari sfuggono. Voto: 10+

 

iFob: sarebbe un social network basato su core location, se ho ben capito, ma non so perché vuole il wifi e non gli va bene il network cellulare. E comunque mi pare un po’ una cazzata di applicazione. Mah. Voto: 3

 

iPint: giusto perché è gratis 🙂

 

Karajan Beginner: applicazioncina per ripassare nozioni di musica, armonia e via discorrendo. Sono curioso della versione a pagamento, questa gratuita comunque aumenta la curiosità, e mi pare un’app fatta bene. Voto: 9

 

Match: giochetto di memory quando non c’ho un cacchio da fare, senza infamia e senza lode. interfaccia un po’ orenda. Voto: 5

 

Midomi: una di quelle app che dicono che capiscono la musica cantandola o facendogliela sentire dallo stereo. Dalle prove che ho fatto non ha riconosciuto una mina. Però è gratis e per il momento resta lì. Dovrei dedicargli più tempo forse, quindi non abbasso troppo il voto. Voto: 5

 

Mocha VNC Lite: installata per curiosità (è gratis, come la maggior parte delle app che ho sull’iPhone): è un po’ pretenzioso provare a remotare una macchina dall’iPhone, ma chissà magari qualcuno ci riesce ed è solo questione di allenamento. Tanto alla fine anche se fosse perfetta non so quanto la userei. Per il momento resta lì, ma se la disinstallassi oggi non me ne accorgerei per i prossimi 10 anni :-). Voto: 4 perché comunque è un po’ difficile remotare così un mac. IMHO va rivoluzionato il concetto: non far apparire il desktop, o almeno non solo, ma comunque inventarsi una nuova interfaccia per cliccare, abbassare i menu e via discorrendo.

 

Myspace Mobile: sorprendente, visto che viene dalla casa myspace che è nota per lasciare libero sfogo alle pessime abitudini dei suoi abitanti quanto a interfacce delle pagine. Quest’app invece è molto ordinata, ed esplorare i profili è più comodo che sul sito web originale, perché appunto sono ripuliti da tutto il merdume che gli utenti installano. Ottimo sviluppo del concetto, secondo me. Altri l’avrebbero fatto peggio. Voto: 8.

 

Nearby: altra app basata su core location. Ma l’ho aperta solo una volta e già ho visto che le mappe sono più elaborate di quelle di gmaps, il che mi fa pensare al traffico dati. Il concetto sarebbe quello di farti vedere cosa c’è nei dintorni di interessante. Forse utile all’estero, ma non con le tariffe di roaming italiano. Mah, non so, ma non posso darle un voto, praticamente non la conosco. Voto. N.C.

 

NetNewsWire: aggregatore rss, si interfaccia in “push” con newsgator. Non male, ma ogni tanto incasina i feed con le notizie vecchie e quelle nuove. Non sono un power user dei feed rss, ne ho solo 3, ma boh, forse poteva essere fatta meglio? Interfaccia un po’ troppo scarna. Voto: 6

 

Palringo Instant Messenger: usato poco, ma sostanzialmente è un IM che prende gtalk, msn, aim, jabber icq e forse qualche altro protocollo. Non sembra affatto male, pare che nella prossima versione implementeranno anche la trasmissione di messaggi vocali. Chissà.

 

PhoneSaber: cazzatiella per fare finta di avere la spada laser di Star Whores. Un po’ come iPint. C’è, è gratis, resta lì 🙂

 

Remote: quest’app la conosciamo tutti perché è stata fra le prime a far successo. Stracomoda per remotare iTunes. Remotasse anche front row non sarebbe male. Mi consentirà di recuperare un vecchio powerbook da tenere fisso attaccato al tv per vedere i filmati. Ottima idea e ottimamente implementata. Voto: 10+

 

RMC: l’idea di fare apps per le radio via internet è ottima, purtroppo però anche quando si usa la connessione wifi, oltre che il 3G – quindi non è questione di velocità, l’audio arriva a saltelli, tipo a blocchi di 1 o 2 secondi. Peccato, spero che le migliorino. Forse l’unico difetto è che temo potrebbe scaricare la batteria in una mezzoretta di ascolto. Voto: 3 perché son passate due settimane dall’uscita dell’iPhone e non è uscito ancora un update per queste apps che sostanzialmente non funzionano.

Piccolo aggiornamento a riguardo: oggi (1° agosto) le apps per la radio RMC e Virgin sono state aggiornate e funzionano egregiamente anche con la connessione edge. Ottima cosa. Il consumo è di circa 1 mega/minuto. Consigliabile è chiaramente una connessione wifi per ascoltarle.

 

Shazam: ecco, questa li riconosce davvero i brani quando glieli fai sentire. E poi ti crea i collegamenti all’iTunes Store e a youtube se vuoi vedere il video del brano che gli hai fatto sentire. Ottima, funziona benone, ottima interfaccia. Ecco perché non sto dedicando tempo a Midomi. Voto 10+

 

Super Monkey Ball: lo comprai sul touch e rimasi deluso perché non era manovrabile. Riprovato sull’iPhone invece ho visto che funziona alla grande, ed è molto più manovrabile. Chissà perché, forse il touch è troppo leggero e il giochetto è tarato sull’accelerorimetro (o come cavolo se chiama) dell’iPhone. Comunque è divertente, ma non mi ha preso più di tanto (mi ha stancato, non riesco ad andare avanti più di tanto nemmeno sull’iPhone). Voto: 8 per l’idea, ma non mi ha conquistato.

 

Twinkle: altro social networking location based che non ho capito cosa ha a che fare con twitter. Idea caruccia, ma alla fine sticazzi di sapere quanti sconosciuti con l’iPhone ci sono vicino a me 😀 Penso che la toglierò presto. Voto: 7 perché fa quel che dice e gli sono stati anche dietro con un update che l’apps si chiudeva da sola. Però non mi ha conquistato.

 

TypePad: c’entra coi blog, col fatto di scrivere dall’iPhone, ma non l’ho mai usato. Voto: N.P.

 

Virgin Radio: Idem per RMC, non funzica. Voto: 3

 

WordPress: vedi TypePad, ma l’ho provato ad usare un po’ di più. L’interfaccia non è malaccio, ma si può davvero fare solo instant blogging, alla lunga è dura scrivere un post serio sull’iPhone. Credo. Dovrei essere più apprfondito nell’analisi però. Voto: 7

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...